StepTb blog

Black Coffee Blues

  • Archivio

  • Categorie

  • Best albums

  • Best films

De fem benspænd

Posted by StepTb su luglio 15, 2005

De Fem benspænd / The Five Obstructions
Lars von Trier
, Jorgen Leth
Danimarca/Francia/Svizzera/Belgio 2003

col 90

Anomalo e interessante esperimento cinematografico che viene realizzato con intenzioni documentaristiche, Le cinque variazioni nasce come una sorta di dispetto, di provocazione di von Trier al vecchio regista Jorgen Leth.
Von Trier ha una stima enorme per Leth, tanto da dichiarare "ne so più io di lui che egli stesso", ed in particolar modo ama il suo primo lavoro Luomo perfetto, del 1967; von Trier inoltre, come è noto, ha un continuo bisogno di imporsi delle regole (vedi il "Dogma 95" come esempio più immediato), e Leth è uno di quei registi che lo hanno indirizzato verso questa strada, perché ci tiene molto ad attenersi alle "regole del gioco", pur avendo un approccio al cinema molto diverso da quello di Lars.
In questo documentario si racconta la "seduta psicanalitica" che Trier ha fatto a Leth nel corso di tre anni, imponendogli di ri-girare per cinque volte Luomo perfetto, ed ognuna di queste cinque versioni con alcuni ostacoli decisi da Trier stesso (alcuni tecnici, come "girare un cartone animato" oppure "girare con inquadrature che non superino i 12 fotogrammi", altri concettuali e più complessi).
Il documentario si espande così in una dimensione
metacinematografica, dato che vediamo i dialoghi tra i due registi (molto interessanti perché mostrano il conflitto tra due idee di vivere la regia), il making of delle variazioni di Leth, ed anche le cinque variazioni stesse, di cui lultima è una pura perversione intellettuale di Trier (fa leggere un testo scritto da lui a Leth e gli fa firmare un cortometraggio che in realtà gira lui stesso, così in qualche modo realizza il suo sogno di aver diretto Luomo perfetto).
Un film sincero, intelligente, e un ottimo saggio sul modo più cerebrale di fare cinema; inoltre è una dimostrazione degli intenti in cui il Dogma è fallito, ovvero che il pallino di Trier per limporre regole e limitazioni può anche risultare uno stimolo creativo a realizzare esperienze filmiche innovative.

7/10

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: