StepTb blog

Black Coffee Blues

  • Archivio

  • Categorie

  • Best albums

  • Best films

Tool live @ Palamalaguti (Bologna) – 22/06/2006

Posted by StepTb su giugno 23, 2006

Tornato 4 ore fa.
Non è stato un concerto, ma un vero trip psichedelico.
E come ogni trip che si rispetti, ho degli sprazzi di memoria lucida in mezzo al sovraccarico cognitivo.

Mi ricordo che stavo sorseggiando unottima coca cola da 4 euro in Piazza Maggiore verso le 15 per poi ritrovarmi davanti al Palamalaguti alle 17 e sentire oltre le mura i quattro che provavano Jambi e 10,000 Days (goduria doppia visto che dopo non lhan fatta).
Mi ricordo la strada piena di merchandizing e tuttattorno persone con la T-shirt dei Tool, era una specie di Disneyland.
Mi ricordo che si crepava dal caldo, sia dentro sia fuori.
Mi ricordo di aver visto Adam Jones che mi passava a fianco mentre aspettavo lapertura dei cancelli.
Mi ricordo una simpatica compagnia di fuoriditesta che tracannava alcolici e fumava abbestia (non solo sigarette) esattamente di fianco a me, sugli spalti.
Mi ricordo il tuffo al cuore quando ho capito che lopener sarebbe stata Rosetta Stoned.
Mi ricordo quel solito cazzone di Maynard: “Buonasera, congratulations for your victory today!” (riferendosi alla partita di mondiale Italia-Rep.Ceca) e quasi non più una parola, tutto il concerto di fianco alla batteria senza luci addosso, e subito dopo la fuga.
Mi ricordo la presenza scenica dei Tool, ovvero un orgasmico Danny (robe che svengo a sentire le sue invenzioni su Schism, 46&2 e Right In Two), Justin “pupazzo a molla” Chancellor (appalusi please) e gli schermi LCD + neon strafighi che perlomeno compensavano la tendenza allimmobilità di Jones e Keenan.
Mi ricordo la quiete prima della tempesta di Right In Two, la terra bruciata che ha fatto Jambi, una Sober fatta magistralmente, il classico finto addio con Aenema piazzato a sorpresa.
Mi ricordo di aver cantato Lateralus (e non solo) assieme a Maynard e scusate se è poco.
Mi ricordo la pausa con i nostri eroi seduti sotto alla batteria tranquilli e beati come non mai.
Mi ricordo le fighissime improvvisazioni noise.
Mi ricordo il pienone di persone sotto al palco fino allingresso, Bologna che come sempre ruleggia, e tutta la bella gente che ho visto (beh cerano anche le teste di cazzo, ma erano in minoranza).
Complimenti anche ai trasporti pubblici di Bologna per lottima organizzazione (fanculo Trenitalia invece).

Peccato che lacustica del palazzo non fosse di qualità eccelsa.
Peccato che il mio primo treno per tornare a casa fosse appena alle 3.30 AM.
Peccato aver fatto pranzo e spuntino delle 2 di notte al McDonalds, ma ci si pente sempre dopo.
Peccato che Maynard non abbia più lo smalto canoro di 5 anni fa e si atteggi troppo a rockstar strana.
Ma sinceramente… sticazzi.

Scaletta:
– Goddamn, shit the bed
– Finger deep within the borderline
– My shadow
– Shine on forever, shine on benevolent sun
– I know the pieces fit
– Monkey killin monkey killin monkey
– Jesus wont you fucking whistle
– Spiral out, keep going
– Much better you than I
– Learn to swim, see you down in Arizona Bay


Annunci

Una Risposta to “Tool live @ Palamalaguti (Bologna) – 22/06/2006”

  1. Cmq mi sa che ti ho sgamato il fatto della mamma di Maynard…..non mente…anche se dal testo si puo’ evincere ma non è ben chiaro..cmq sei un grande….hai passione per quello che fai!!!Saluti….e mitici Tool

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: