StepTb blog

Black Coffee Blues

  • Archivio

  • Categorie

  • Best albums

  • Best films

I’m a Cyborg, But That’s OK

Posted by StepTb su dicembre 20, 2006

Saibogujiman kwenchana (2006, titolo internazionale I’m a Cyborg, But That’s OK) è il lungometraggio con cui Chan-wook ha voluto slegarsi dall’etichetta di autore cinico e violento.
La storia si svolge interamente all’interno di un istituto d’igiene mentale, ed in particolare evolve attorno al rapporto tra Young-goon (ragazza che si rifiuta di mangiare perché convinta di essere un cyborg) e Il-soon (ragazzo ricoverato per disturbi antisociali e schizofrenici).
Dopo una prima metà scoppiettante (dialoghi disorientanti, personaggi bizzarri, situazioni tragicomiche e visionarietà surreale), il film annega in una seconda metà stanca e ripetitiva, focalizzata quasi interamente sulla love-story atipica e platonica tra i due protagonisti, la quale si risolleva solamente grazie a qualche idea brillante (i “sette peccati capitali secondo i cyborg” su tutte). Apprezzabile comunque il fatto di non aver trattato i malati mentali come mero freak-show, ma averci saputo cucire sopra una serie di situazioni comiche e, a loro modo, romantiche, adattando lo stile dell’opera alla visione del mondo dei protagonisti (per sottolineare quanto la vera umanità delle persone, simboleggiata anche da una fotografia dai colori sgargianti, sia in realtà oppressa dal raziocinio).

6/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: