StepTb blog

Black Coffee Blues

  • Archivio

  • Categorie

  • Best albums

  • Best films

Verdena – Requiem

Posted by StepTb su maggio 10, 2007

Il quarto disco dei Verdena, Requiem (Black Out / Universal, 2007), è il lavoro che non ci si aspettava. Il sound non è mai stato così ruvido e tagliente, la voce di Alberto mai così amareggiata, il clima generale così straziato. La “nuova” veste musicale saccheggia praticamente tutto dal primo grunge, dalla psichedelia e dallo stoner, ma riesce ugualmente a colpire, specie se confrontata con il resto che la scena musicale italiana propone al momento. I Verdena non hanno mai guardato così decisi a band come Kyuss e Motorpsycho, ma allo stesso tempo i loro riferimenti principali di sempre (Mudhoney, Soundgarden, Melvins e Nirvana) restano più che presenti in ogni traccia.
Vertici dellalbum senza dubbio lopener-killer Don Calisto (ispirata decisamente dai primi Nirvana), Non prendere lacme, Eugenio (citazione dai Pink Floyd nel titolo, clima oppresso-noise e tagliente nelle musiche), Isacco nucleare, Muori delay (lepisodio più catchy), Was?, e soprattutto i gioielli Il Gulliver e Sotto prescrizione del dott. Huxley, due convincenti suite grunge-psichedeliche lunghe 12 minuti a testa.
Un po fuori luogo invece gli inutili intermezzi, così come le parentesi melodiche “delicate” ma stanche (Trovami un modo semplice per uscirne ha una certa qualità e si integra bene allinterno del lavoro, la beatlesiana-floydiana e pienamente pop Angie decisamente no).
Il clima è comunque sensibilmente creativo e anarchico, specie negli esperimenti più audaci (le due tracce di 12 minuti), ed è proprio questa la marcia in più del disco.

7/10

Annunci

3 Risposte to “Verdena – Requiem”

  1. sono d’accordissimo con quanto hai scritto, forse però io gli darei un po’ d + di un 6 e mezzo. ciao, complimenti per il blog ;)

  2. Jiorgetta said

    condivido tutto ciò che dici nella recensione, ma sicuramente 6.5 è un giudizio troppo ristretto per questo loro album ;)

  3. MSBweb said

    Ho riascoltato i migliori dischi usciti in questa prima metà dell’anno, e ho deciso di alzare il voto a 7/10 ;)Che per la mia scala significherà molto probabilmente il cd italiano migliore dell’anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: