StepTb blog

Black Coffee Blues

  • Archivio

  • Categorie

  • Best albums

  • Best films

Hot Fuzz

Posted by StepTb su agosto 4, 2007

Edgar Wright
UK 2007
col. 115

Seconda fatica cinematografica per il combo inglese Edgar Wright-Simon Pegg-Nick Frost (il primo regista e sceneggiatore, il secondo sceneggiatore ed attore, il terzo attore) è Hot Fuzz, una commedia che infrange una serie di “generi” e relative regole con il fascino del prodotto anarchico; è diviso in due parti distinte: la prima narra le disavventure da “pesce fuor d’acqua” di Nicholas Angel, poliziotto fanatico trasferito da Londra ad un paesello di campagna perché troppo bravo (sic), la seconda apre una nuova storia in seguito a ciò che Nicholas riesce a scoprire nel suddetto paesello.
La prima parte è una commedia brillante tipicamente british sullo stile di Guy Ritchie (che, c’è da dirlo, ha coniato un nuovo linguaggio molto influente sulle nuove generazioni di cineasti inglesi), con un utilizzo di ritmo e montaggio esplosivi (peccato solamente per alcune gag eccessivamente già viste). La seconda parte rovescia completamente la prima, infilando splatter (gli omicidi), horror (la setta-lobby) e soprattutto azione parossistica a ripetizione.
Le citazioni cinematografiche si sprecano, dalle più esplicite (Lethal Weapon, Bad Boys II, Point Break) alle più implicite (The Wild Bunch, Get Carter, e una serie di piccoli richiami a cliché stilistici di provenienza svariata, uno su tutti la lotta nel villaggio in miniatura ricalcante i Godzilla-movies), e il risultato del mix è un monumento all’azione liberatoria.
Il cuore pulsante del film è la sua follia, il suo palese essere irrealistico, e questo elemento da solo basta a porlo sopra a tutti i film d’azione che riciclano le stesse formule in tonalità seria. In poche parole, ciò che nasce come parodia (del film d’azione “buddy cop”) esce dagli schemi in maniera tanto brillante da mostrare palesemente come l’oggetto che parodia sia diventato in realtà la vera (stanca) parodia.
Intelligente più di quanto possa comunicare una visione superficiale, mostra una gran cura in tutti i dettagli, specialmente nelle musiche (i The Kinks quando Nicholas arriva al paesello sono più che azzeccati), e prosegue egregiamente nell’alimentare un filone stilistico che fonde il film d’azione americano alla commedia inglese, merito anche di una crew affiatatissima (Frost e Pegg assieme sono perfetti).
Probabilmente la commedia più adrenalinica e gradevole del 2007.

8/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: