StepTb blog

Black Coffee Blues

  • Archivio

  • Categorie

  • Best albums

  • Best films

Gake no ue no Ponyo

Posted by StepTb su dicembre 10, 2008

Ponyo on the Cliff by the Sea
Hayao Miyazaki
Studio Ghibli

Japan 2008, col. 100


In una piccola cittadina sul mare, un bambino di nome Sosuke salva una strana pesciolina dal volto umano, che battezza Ponyo; questultima gli cura una ferita, ma una volta ingerite poche gocce del suo sangue inizia per lei un lento processo di trasformazione in essere umano. Nel frattempo il padre di Ponyo, Fujimoto, creatura del mare un tempo umana, rivuole indietro la sua creatura, concepita assieme alla Dea del Mare, perché teme che linnamoramento e la trasformazione di Ponyo possano portare ad uno sconvolgimento dellequilibrio naturale.

Ponyo è il secondo film di Miyazaki pensato quasi esclusivamente per un pubblico infantile, seguendo perfettamente la linea iniziata da Totoro. La caratteristica fondamentale del lavoro è un parallelo tra le scelte stilistiche e quelle tematiche: la Computer Graphic viene abbandonata in favore di un disegno a mano morbido, ricco di sinuosità e riempito da colori acquerello, a completare e rendere più profonda la scelta di fondo della trama, ovvero quella di escludere il mondo degli adulti e degli uomini per rendere piuttosto i bambini e la forza del mare i veri protagonisti.
La trama ad un occhio adulto risulta estremamente lineare e semplice (mai così sin dai tempi di Totoro), a tratti anche troppo poco credibile (allinterno del mondo di Ponyo resta comunque illogica la scelta della madre di Sosuke di abbandonare i due bambini nel momento dello tsunami: è un pretesto un po zoppicante per giustificare la successiva piega degli eventi), ma esiste soprattutto in funzione del mettere in scena un giocoso stupore per la bellezza della vita di ogni giorno (che non smette mai di sorprendere la piccola Ponyo, appena diventata umana) ed un profondo legame damicizia (amore?) che abbatte qualsiasi barriera.
Accanto a queste tematiche fondamentali (amore e amicizia contro la discriminazione, supremazia sia a livello di screentime che di forza danimo dei bambini e della natura sul mondo degli adulti, riscoperta del valore della vita quotidiana) sono presenti anche una riflessione sul senso di responsabilità (che sembrano avere solamente i bambini e la madre di Sosuke, mentre ladulto Fujimoto scappa terrorizzato dal mondo degli umani per rifugiarsi nel mare, e il padre di Sosuke non riesce mai ad essere a casa per motivi di lavoro) e, ovviamente, un canto ambientalista stavolta sensibilizzante verso il bisogno di preservare gli oceani.
A compensare la poca ricchezza di colpi di scena, per gli adulti resta comunque divertente scovare la fitta rete citazionista dellopera: i riferimenti alla fiaba Den lille Havfrue di Hans Christian Andersen e al romanzo Mon di S?seki Natsume (da cui Miyazaki ha preso il nome per Sosuke), il paesino ispirato alla cittadina di Tomonoura, le persone reali prese a modello per i personaggi (Sosuke è il figlio di Miyazaki, Gor?, alletà di 5 anni, Fujimoto è lanimatore-capo Katsuya Kondô e Ponyo sua figlia di 3 anni), le corse in automobile modellate su quelle di The Castle of Cagliostro, la Dea del Mare ispirata dallOphelia del pittore John Everett Millais.
Il finale entra ad ogni modo di diritto tra i momenti più solari e memorabili del cinema miyazakiano.

Il film è uscito in Giappone nel luglio 2008, e ha partecipato in concorso alla 65ª Mostra del cinema di Venezia.


6.5/10

Advertisements

2 Risposte to “Gake no ue no Ponyo”

  1. interessante e molto, Miyazaki è sempre una garanzia, del resto.

  2. cinescopio said

    tutti mi hanno parlato bene di questo film, voglio vederlooooely

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: