StepTb blog

Black Coffee Blues

  • Archivio

  • Categorie

  • Best albums

  • Best films

I nuovi (super)eroi

Posted by StepTb su marzo 31, 2009

Con questo post dirò la mia, spero il più brevemente possibile e mettendo assieme pareri scritti in alcuni forum, su Watchmen e Push, gli ultimi due superhero-movies attualmente in sala; (non avrei voluto ma) lo farò perché, nonostante successivamente ad entrambe le visioni io abbia maturato un assolutamente convinto e rapido giudizio che si potrebbe categorizzare come “appena sufficiente”, sto continuando a leggere delle sparate assurde tese a glorificare tali due pellicole (la prima mantiene addirittura un 8.0/10 su Imdb). Contrastiamo.

Watchmen è un adattamento mediocre dellottima graphic novel di Moore, Gibbons e Higgins. Già dal principio si sapeva tale opera come “infilmabile”, secondo le precise parole degli autori, e sicuramente si era consci della quasi impossibilità del veder tradotto su schermo lapparato narrativo a più livelli.
Il problema delladattamento, firmato in regia dallo Zack Snyder di 300, è che fallisce anche su gran parte del resto, quel resto che si sperava sarebbe stato invece trasportato con criterio: dallinizio alla fine si ha una sgradevole sensazione di surrogato, il ritmo e la capacità narrativa latitano, troppi sono i tagli a materiale possibile e interessante (una su tutte la side-story dello psicologo), poco soddisfacenti le modifiche ai dialoghi, eccessive e/o out of character le sequenze dazione (salti di due metri dallelicottero, arrampicate atletiche con larpione, slow motion nel tentato omicidio e nellincendio, risse combattute da Neo contro gli agenti Smith invece che da normalissime persone pure più fiacche di prima perché fuori allenamento da anni), pessime le scelte in colonna sonora (cliché come Times Are A-Changin e la cavalcata wagneriana, stonature esemplari come la sequenza del funerale con Simon & Garfunkel o la scena di sesso), deludente limbrigliata regia (che riesce anche a peggiorare la scena dello stupro e quella della nascita di Rorschach addolcendole e soprattutto non facendone percepire il vero senso).
La produzione è talmente hollywoodiana e da blockbuster, che non si è riuscito nemmeno a comunicare i due più importanti risvolti etici evidenziati da Moore, ovvero che i “supereroi” sono in realtà poveracci emarginati dalla società che si travestono e scagliano contro i criminali per sentirsi qualcuno (mentre nel film diventano improvvisamente atletici supereroi con un forte senso di giustizia), e che gli antieroi allinizio meno umani si rivelano invece come i migliori, più sinceri e lungimiranti (cosa mandata del tutto a monte nel film, soprattutto grazie allorrenda reazione “buonista” di Nite Owl contro Veidt, che lo mostra come un eroe arrabbiato dalle ingiustizie e non come il perdente che in realtà è, totalmente incapace di uno sbotto istintivo simile – senza parlare dellattitudine algida di Veidt e del poco approfondimento sul Comico, trattati in modo che entrambi alla fine vengano percepiti come macchiette negative invece che come i più consapevoli delle vite di tutti -“mi ha aperto gli occhi, come solo i comici migliori sanno fare”, gran frase di Veidt assente nel film-, e ancora senza parlare dellimportante e sarcastica frase finale di Manhattan “nulla finisce” detta ad un preoccupato e umano Veidt, quando nel film tale sequenza è del tutto assente e la frase viene invece fatta dire più tardi a Silk in modo romantico e hollywoodiano, perdendone dunque il senso originale).
Pregi della pellicola: si arriva al più che sufficiente solamente per pochi brevi tratti coinvolgenti, per un casting quasi perfetto (leccezione è Veidt), e per una modifica al finale assolutamente convincente e coerente.
Per il resto siamo davanti ad uno dei peggiori adattamenti cinematografici di unopera di Moore, probabilmente bissato solo da The League of Extraordinary Gentlemen.
Le persone che hanno amato il film di Watchmen rientrano probabilmente in questi due ordini: spettatori ignari dellopera originale, e spettatori che non hanno apprezzato lopera originale per i suoi risvolti più profondi e complessi bensì solo per gli elementi trasposti anche nelladattamento.
In ogni caso restano comunque più rispettabili in confronto a chi credeva di trovarsi di fronte ad un nuovo Spider-Man, X-Men o Hulk, rimanendo così poco divertito.

5/10

Push, scritto dal quasi inesperto David Bourla e diretto dal Paul McGuigan di Lucky Number Slevin, è un lavoro che tenta di capitalizzare sul successo del trascurabile Jumper e della serie televisiva Heroes, riciclando però una trovata narrativa vecchia come il mondo (lorganizzazione mondiale che sfrutta persone dotate di poteri ESP è alla base perfino del #40, pubblicato nel 2000, del fumetto italiano PKNA, senza andare ancora più indietro nel tempo riportando altri esempi cinematografici).
Il problema di Push è che, nonostante una premessa riciclata e dei personaggi non originali, avrebbe davvero potuto essere un buon action-movie, ottimo per una visione divertente e senza pretese, anche grazie al sapiente utilizzo di fotografia, montaggio, musiche, location, e certe trovate narrative, ma fallisce a causa di una serie di incoerenze e illogicità disneyane (simili, anche se qui in numero decisamente minore, a quelle che avevano fatto affondare levitabile Indiana Jones and the Kingdom of the Crystal Skull), un casting non molto azzeccato (la 14enne Dakota Fanning risulta infinitamente più capace e convincente della 22enne Camilla Belle, la quale domina le ultime sequenze con uninespressività ridicola), ed un finale insoddisfacente, appiccicato con il nastro adesivo in odor di sequel.

6/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: