StepTb blog

Black Coffee Blues

  • Archivio

  • Categorie

  • Best albums

  • Best films

Posts Tagged ‘static-x’

Static-X – Cult of Static

Posted by StepTb su maggio 14, 2009

Reprise, 2009
Album

Il sesto full-length Cult of Static (Reprise, 2009) è finora il capitolo più insapore di tutta la carriera degli Static-X; se con Start a War era almeno stato recuperato un po del tono funny degli esordi, e con Cannibal era giunta inaspettata anche una siringata di adrenalina a ravvivare il sound, nel nuovo album sono assenti sia la prima caratteristica che la seconda: il sound non è mai stato tanto monotono e ripetitivo, stancando facilmente lascoltatore lungo le 11 tracce.
Passata la feroce e coinvolgente opener Lunatic (con un featuring alla chitarra di Dave Mustaine dei Megadeth) ed il trittico delle classicamente sincopate e metalliche Z28, Terminal e Hypure, con continui richiami ai pezzi dellalbum precedente, ciò che segue è assolutamente privo di energia o interesse, suonando come una continua ripetizione della stessa stanca traccia industrial-metal.
Wayne Static (anche produttore assieme a John Travis) vorrebbe forse diventare un nuovo Al Jourgensen, ma non ne ha minimamente la stoffa e la capacità creativa: The Last Sucker, il disco daddio dei Ministry, può tranquillamente spazzare via le ultime release degli Static-X, e anzi, basterebbe la sola traccia Die in a Crash per poterlo fare.

5/10

Posted in music | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Static-X – Cannibal

Posted by StepTb su gennaio 20, 2008

(Reprise, 2007)

Con la medesima formazione di Start a War esce anche il successivo Cannibal (Reprise, 2007), primo album della band per la Reprise dopo la fine dello storico contratto con la Warner.
Lalbum si differenzia per una forte presenza di assoli chitarristici (tutte le tracce ne hanno uno, ad eccezione di Goat) e per lassenza di una traccia "Otsego-", sempre presente nelle precedenti release del gruppo.
Musicalmente il disco suona come un incrocio tra System of a Down (alcune ritmiche), Rob Zombie (i battiti dance-metal e la voce), ed un qualsiasi gruppo metalcore (quando drumming e riffing virano sul thrash).
Behemoth
è una distorsione più "ballabile" dei Coal Chamber (con Wayne Static ad imitare la voce di Dez Fafara), ed assieme a Destroyer, Chemical Logic, Forty Ways e la title-track è anche lepisodio più trascinante del lotto.
Lalbum è meno confuso e meno indigesto del precedente, ma gli stilemi musicali (che stavolta guardano nuovamente ad un sound energetico e martellante) sono sempre gli stessi lungo tutta la sua durata, e sono anche stilemi usati ed abusati nel "genere" da troppi anni per poter anche minimamente stupire. Una forte personalità potrebbe compensare alla poca ispirazione, ma è assente in favore di una serie di imitazioni e riproposizioni: la band stavolta ha consapevolmente voluto comporre nulla più che un disco "di genere", abbassando gli obiettivi in favore di una più abbordabile riuscita.

5.5/10

Posted in music | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Static-X – Start a War

Posted by StepTb su ottobre 4, 2005

(Warner Bros., 2005)
Album

Trovato il riampiazzo alla batteria (Nick Oshiro) gli Static-X vanno in tour, per poi pubblicare Beneath… Between… Beyond… (trascurabile album di demo, cover e remix).

Poco dopo, torna nel gruppo il chitarrista originario Koichi Fukuda, e con tale formazione la band pubblica un nuovo lavoro, intitolato Start a War (Warner Bros., 2005).
Lintenzione è quella di ricreare lo spirito horrorifico e “funny” del disco di debutto, ma il gruppo ormai sembra privo di spinta creativa. Relativamente interessanti la trascinante title-track, il grunge misto a nu-metal di Im the One, le psicosi di Skinnyman e Dirthouse, i campionamenti assurdi della furibonda I Want to Fucking Break It, linfernale Otsego Amigo, lelettronica della conclusiva Brainfog (al cui termine, dopo un lungo silenzio, è presente anche una versione “a cappella” di Otsego Amigo). Ma il problema è che suona tutto eccessivamente già sentito, e complessivamente si avverte chiaramente una profonda carenza di mordente.


5/10

Posted in music | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: